Capurso: Un Bosco Urbano a metà strada tra il centro del paese e il quartiere Superga

Capurso: Un Bosco Urbano a metà strada tra il centro del paese e il quartiere Superga
Pubblicità

L’area individuata – Macchia dei Proni

Poco più di 25.000 metri quadrati di area a verde al servizio di tutti i capursesi.  Il Bosco Urbano sarà realizzato nell’area situata in via Macchia dei Proni, conosciuta come “ex campi di spandimento”, esattamente a metà strada tra il centro del paese e il quartiere Superga.

Pubblicità

Nelle more della predisposizione di un progetto unitario e organico da sottoporre all’approvazione del Consiglio Comunale per la verifica della compatibilità urbanistica dell’intervento, l’amministrazione ha dato avvio a una campagna di riqualificazione ambientale del sito, anche attraverso la sensibilizzazione dei cittadini al recupero delle aree agricole abbandonate, in conformità alla logica del “patto Città – Campagna” previsto dal vigente PPTR della Regione Puglia.

Rifiuti raccolti

L’amministrazione ha colto favorevolmente una proposta del comitato cittadino “Vieni con me”, con la quale si richiede al Comune di Capurso di mettere a disposizione delle aree di proprietà comunale per la riqualificazione ambientale di porzioni di territorio in stato di abbandono e degrado, attraverso la piantumazione di 100 arbusti di leccio ricevuti in donazione dall’ARIF (Agenzia Regionale Attività Irrigue Forestali), mediante la Fondazione Pasquale Battista di Triggiano.

Detto, fatto! La proposta è stata valutata coerente con l’iniziativa “Piantiamo un albero“, programmata nell’ambito del cartellone delle attività culturali “d’inverno”, promosso dal Comune di Capurso,  con l’obiettivo di divulgare sempre di più e a tutte le fasce di età la cultura del rispetto per l’ambiente e la cura del pianeta in cui viviamo.

“La realizzazione di un bosco urbano costituisce elemento del programma di mandato, come più volte detto in campagna elettorale – afferma il Sindaco Michele Laricchia – è un intervento d’importanza strategica per le future generazioni. Diventerà il più grande polmone verde del nostro paese. Il bosco offrirà ai cittadini un nuovo spazio di socializzazione a stretto contatto con la natura e sensibilizzerà al rispetto della biodiversità”.
“E’ fondamentale incentivare iniziative di riqualificazione e sensibilizzazione ambientale. In quest’ottica la giunta comunale ha accolto con favore la proposta di piantumare 100 lecci presso gli “ex campi di spandimento”, arbusti donati dal comitato “Vieni con me“, che ringrazio. – afferma l’assessore Claudia Nitti, e aggiunge – Stiamo ridando vita a un’area abbandonata e abbiamo iniziato ripulendola dai rifiuti (nella foto a destra). E’ soltanto un primo passo verso ulteriori iniziative finalizzate al recupero del territorio, iniziative alle quali invito a partecipare (per informazioni: c.nitti@comune.capurso.bari.it). L’impegno e la continuità ci regaleranno scenari sorprendenti”.

capursoonline

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: