“Grande responsabilità che mi motiva a fare sempre meglio per la nostra comunità”. Vito Ricci, Vice Sindaco di Capurso

“Grande responsabilità che mi motiva a fare sempre meglio per la nostra comunità”. Vito Ricci, Vice Sindaco di Capurso
Pubblicità

Continua il percorso di conoscenza della nuova Giunta Municipale. Oggi è il giorno di Vito Ricci, Vice Sindaco, eletto con la lista Capursopuntoeacapo.
Chi è Vito Ricci e quale il suo percorso politico…

“Sono nato a Triggiano, ho 46 anni, mia madre è di Capurso e mio padre di Massafra. Sono sposato con Marina, insegnante e sono padre di Luca e Marco. Sono laureato in Scienze dell’Economia e svolgo l’attività di commercialista da più di 20 anni, occupandomi principalmente di consulenza aziendale, contenzioso tributario e finanza agevolata. Ricopro il ruolo di mediatore civile ed arbitro della Camera di Commercio di Bari.
Nel 2015 sono stato eletto consigliere comunale con la lista Capursopuntoeacapo e ho ricoperto il ruolo di Presidente della Prima Commissione Consiliare Permanente. Nel 2016 il sindaco Francesco Crudele mi ha conferito la delega allo sport. Nel rispetto della delega ricevuta ho promosso la nascita di nuove associazioni, ho costituito una rete tra le stesse e le ho dato voce attraverso la Consulta dello Sport Comunale. 
Sono stato uno dei promotori della costruzione delle nuove strutture sportive comunali che hanno visto la loro massima espressione nel restiling del campo di calcio nel quartiere San Pio (ex zona 167) e del neonato PalaPadovano, il nuovo palazzetto dello sport sito tra via Magliano e via Ognissanti.
Con un lungo lavoro di concertazione ho partecipato attivamente ai lavori che hanno portato alla sottoscrizione del protocollo d’intesa per la nascita del nuovo Centro Federale per la Puglia della Federazione Italiana Gioco Calcio, presso lo stadio Comunale di Capurso. Poco prima del termine del mio mandato, ho avviato le procedure per la partecipazione ad un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri finalizzato all’assegnazione dei fondi necessari alla realizzazione della pista di atletica.
Appassionato di calcio e tifoso del Bari, nel 2006 ho fondato la Futsal Capurso, squadra di calcio a 5 approdata lo scorso anno nel campionato di serie A2. Sono un maratoneta iscritto alla locale società podistica “Bio Ambra New Age” con la quale ho organizzato le 6 edizioni della “Capurso in corsa”, gara competitiva di 10 km, che nell’arco di pochi anni ha raggiunto un numero elevato di atleti partecipanti. Mi piace la musica e con i miei amici storici dell’associazione “Multiculturita JS” ho organizzato le 18 edizioni del Summer Festival che si svolge a Capurso ogni anno nel mese di luglio. Cerco di trasformare le mie passioni in progetti concreti coinvolgendo tante persone in quanto credo fermamente nel lavoro di squadra. Amo i giovani e vorrei trasferire loro la convinzione che i sogni si realizzano con merito e passione. Nel futuro prossimo vedo Capurso come una città intelligente, dinamica e all’avanguardia in tutti i settori”.
A Ottobre 2020, la delega di Assessore alle Finanze, Programmazione Economica, Tributi, Igiene urbana e risorse umane con la poltrona di Vice Sindaco
“Il Sindaco Laricchia mi ha affidato il ruolo di vice sindaco. Sicuramente è un onore ricoprire tale incarico pertanto lo ringrazio nuovamente per la fiducia che ha riposto nella mia persona. L’incarico di vice sindaco, unitamente agli assessorati che mi sono stati assegnati, mi investe di un grande senso di responsabilità e, nello stesso tempo, mi motiva a fare sempre meglio per la nostra comunità.
Sapevamo che la nostra consiliatura avrebbe avuto un avvio in salita e con tante difficoltà da fronteggiare. La pandemia in atto sta investendo maniera decisa e inevitabile tutto il sistema economico mondiale che, a cascata, coinvolge tutte le sfere della società. I comuni non sono esenti da questi problemi perché devono fronteggiare le difficoltà dei propri cittadini e nello stesso tempo devono pensare a salvaguardare gli equilibri del proprio bilancio. Nonostante i trasferimenti in atto da parte del governo centrale le casse comunali hanno visto ridursi notevolmente le entrate tributarie pertanto sono dell’avviso che bisogna amministrare la cosa pubblica con la diligenza del buon padre di famiglia evitando di dissipare le poche risorse a disposizione”.

Pubblicità

Daniele Di Fronzo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: