Parchitelli: “Il 2022 sia l’anno della cultura del Sistema Puglia con il coinvolgimento dei territori”. Murgia dei Trulli e delle Grotte e Valle d’Itria, strategiche per il progetto

Parchitelli: “Il 2022 sia l’anno della cultura del Sistema Puglia con il coinvolgimento dei territori”. Murgia dei Trulli e delle Grotte e Valle d’Itria, strategiche per il progetto
Pubblicità

“Ringrazio l’assessore alla Cultura Bray per la disponibilità a fornire, a seguito della mia richiesta di audizione, ulteriori informazioni sul Protocollo sottoscritto lo scorso 1° febbraio dai sindaci Decaro (Bari), Melucci (Taranto), dallo stesso Assessore e dal presidente Emiliano con l’obiettivo di rendere il 2022 l’anno della cultura del “Sistema Puglia”, ma anche per aver relazionato sulle ricadute culturali e economiche attese, e sul possibile coinvolgimento di territori quali la Murgia dei Trulli e delle Grotte e la Valle d’Itria nel percorso condiviso dalle due città”, con queste parole la consigliera regionale Lucia Parchitelli (nella foto a sx) ha introdotto i lavori della VI Commissione consiliare (Politiche Comunitarie, Lavoro e Formazione Professionale, Cultura) che si sono tenuti lo scorso 24 febbraio.
“L’iniziativa avviata dalla Regione e dalle due città è lodevole, perché ci fa prefigurare un ritorno alla normalità, anche rispetto ai flussi turistici che speriamo di poter riaccogliere presto. Ho fatto presente all’assessore Bray che tra Bari e Taranto, a legare le due città, c’è una terra meravigliosa che ha manifestato negli ultimi anni una importante vivacità culturale – ha proseguito la consigliera – È un territorio che piace, per i paesaggi e la campagna, per le sue tipiche costruzioni, per la buona cucina e l’expertise accumulata in questi anni potrebbe rappresentare un valore aggiunto anche per i tavoli tecnici che saranno convocati per l’organizzazione degli eventi legati a “Sistema Puglia 2022”. Dall’altra parte, visti i benefici che potrebbero portare a questi territori, vocati già naturalmente all’accoglienza, ho proposto la dislocazione di alcuni eventi targati “Biennale del Mediterraneo” di Taranto e “Fiera del Libro” di Bari per dare maggiori possibilità di uscire prima dalla imperversante crisi, non solo del settore turismo”.
“L’assessore Bray ci ha parlato del tavolo tecnico, e della sua ottima composizione, che ora lavorerà alla scelta degli eventi da mettere in cantiere, manifestando tuttavia le difficoltà dovute alle risorse disponibili, ma allo stesso tempo ha indicato il Protocollo stipulato come un punto di ripartenza dopo la pandemia e primo punto per ricostruire i legami sul territorio – ha dichiarato la Parchitelli e in conclusione – Fare rete, in questo momento storico, è certamente la chiave per realizzare progetti a medio-lungo termine. La cultura è la porta che dobbiamo assolutamente riaprire per tirarci fuori dalla situazione che abbiamo vissuto negli ultimi mesi; fare rete è la chiave per aprire questa porta”.

Pubblicità

Daniele Di Fronzo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: