Nuove pratiche a sostegno della genitorialità. Nasce il progetto “Welcome bebè”

Nuove pratiche a sostegno della genitorialità. Nasce il progetto “Welcome bebè”
Pubblicità

È nato Welcome bebè, un progetto volto a sperimentare e consolidare pratiche innovative a sostegno della genitorialità.
Welcome bebè nasce nell’ambito delle politiche familiari, promosso dall’Assessorato al Welfare e condiviso da tutta l’Amministrazione Comunale capursere attraverso la realizzazione di una rete dei servizi territoriali: servizio sociale, consultorio familiare, cav, caf, medici di medicina generale, professionisti, attività commerciali, cooperative e associazioni del terzo settore.
Si tratta di un progetto che persegue l’obiettivo di qualificare sempre più il comune di Capurso come territorio che accoglie le famiglie e i nuovi nati ma allo stesso tempo risponde all’esigenza di accompagnare la coppia genitoriale nel percorso di crescita, ma allo stesso tempo, fornire validi interlocutori per la soluzione di problemi quotidiani per la crescita e l’educazione dei figli, mediante figure professionali in grado di comprendere, mediare, accogliere dubbi e perplessità, scevro da ogni forma di giudizio.

Pubblicità

“Welcome Bebè è una iniziativa bella!” dichiara il Sindaco di Capurso Michele Laricchia, “E’ un augurio di benvenuto ai neonati capursesi, è un piccolo aiuto alle famiglie ma soprattutto è un segno di speranza per il futuro. Ci auguriamo, infatti, di confezionare centinaia di scatole di benvenuto e soprattutto, l’augurio è che ogni singola scatola diventi scrigno di ricordi per i bambini e le famiglie. Complimenti alle donne dell’amministrazione che, con il coordinamento di Mariella Romano, hanno lavorato sul progetto. Ognuna di loro ci ha messo il suo e anche questo è fantastico!”
Per l’Assessore al Welfare del Comune di Capurso Mariella Romano, “Oggi più che mai riconoscere e progettare un percorso a sostegno della genitorialità significa attraversare i visi, le storie, le emozioni ma soprattutto prendersi cura del nostro Paese partendo dal primo battito nel grembo materno” – che poi continua – “Questo perché la politica della cura della persona è quella in cui noi crediamo fortemente e su cui vogliamo investire con innovazione soprattutto in questo momento particolarmente difficile da tutti i punti di vista per ricominciare, recuperando le speranze, il coraggio, la forza che solo la bellezza che un nuovo arrivo può donare”.

capursoonline

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: